Tag: ricerca persona

Ricerca persona a Barcis

Ricerca persona a Barcis

19-06-18. Riprese alle prime luci dell’alba le ricerche iniziate ieri poco dopo le 18, presso lago di Barcis, di un 72enne di Caneva.

Dell’uomo non si avevano più tracce da mercoledì scorso, ma solo nella giornata di ieri è stata ritrovata la sua auto in una piazzola nei pressi della diga del lago di Barcis.

Le ricerche, sotto il coordinamento tecnico dei Vigili del Fuoco di Pordenone, vedono coinvolte le unità TAS (Topografia Applicata al Soccorso), SAF (squadre di soccorso Speleo Alpino Fluviali), il nucleo Sommozzatori VVF di Trieste, volontari di Protezione Civile e volontari del Soccorso Alpino. Per gli aspetti legati alle indagini stanno operando i Carabinieri di Montereale Valcellina.

Le immagini mostrano le attività svolte dalle squadre di soccorso acquatico VF del comando di Pordenone. Dopo aver accordato un piano di lavoro nel rispetto della sicurezza con i tecnici della diga, gli operatori VF hanno dovuto introdursi all’Interno del sifone sfioratore a ridosso della diga di Barcis perché durante la notte era scattato un allarme che poteva identificare il passaggio di qualcosa che non fosse acqua. Per questo si sono calati per decine di metri dalla diga di Barcis, lato forra del Cellina, fino all’alveo fluviale, ed attraversato a nuoto il fiume per poi introdursi all’interno del tunnel di scarico che porta al sifone. Il tempo a disposizione in sicurezza per fare tutto l’operazione è stato attentamente concordato e pianificato per evitare qualsiasi problema derivante da scarichi improvvisi d’acqua.

Ricerca persona a Giais di Aviano

Ricerca persona a Giais di Aviano

Alle 22 circa arrivava al 112 una richiesta di soccorso da parte si un escursionista che si era perso sulle montagne sopra Giais di Aviano.

I Vigili del fuoco di Pordenone in contatto telefonico sono riusciti a spiegare al disperso come poter visualizzare le coordinate gps dal suo telefonino, e così è stato individuata la zona esatta dove si era perso.

Dal comando di Pordenone è subito partita la squadra Saf che dopo aver percorso un tratto di strafa forestale con un fuoristrada, ha percorso circa 400 mt di dislivello a piedi sotto un forte temporale e tempesta in direzione casera valfredda e hanno trovato l escursionista in buone condizioni solo leggermente infreddolito nel bosco fuori dal sentiero.

Trattato subito con un telo termico x evitare l ipotermia, B. F. di Catania ha iniziato la discesa assieme ai 3 vigili del fuoco che lo hanno ritrovato.

Avvisati da subito anche gli operatori CNSAS

Ricerca Persone ad Andreis

Ricerca Persone ad Andreis

Verso le 19.30 perveniva al NUE 112 di Palmanova una richiesta di soccorso da parte di una coppia di escursionisti. I due ragazzi dopo aver aggirato il monte dell’Asta, nei pressi di Andreis, perdevano il sentiero raggiungendo una zona molto impervia che li costringeva a fermarsi.

La Sala Operativa dei Vigili del Fuoco di Pordenone si metteva in contatto con i dispersi, che fortunatamente si trovavano in zona coperta da rete cellulare, ma non da rete dati, e dopo aver impartito loro le istruzioni necessarie, riusciva a farsi mandare dai ragazzi la loro posizione GPS.

Nel frattempo la squadra di Maniago e quella Saf di Pordenone si portavano a Barcis e iniziavano a percorrere il lungo sentiero che costeggiando il torrente Molassa porta in circa 1,30 ore nei pressi della posizione dei due ragazzi dispersi.

Considerati i pochi minuti di luce ancora disponibili, però, i Vigili del Fuoco, come sono soliti fare, condividevano l’informazione con i volontari del CNSAS che disponevano già di un elicottero in zona, i quali in breve raggiungevano i due dispersi e li traevano in salvo.

Anche in queste circostanze è stato un efficace coordinamento operativo tra le forze operative sul campo, VVF e CNSAS, a risolvere in poco tempo la situazione e salvando i 2 malcapitati.