Tag: pordenone

Salvataggio animali a Rauscedo

Salvataggio animali a Rauscedo

09.10.2018

Ore 08.20 salvataggio animali

I vigili del fuoco di Spilimbergo e la squadra SAF speleo alpino fluviale di Pordenone sono intervenuti nel comune di Rauscedo nel canale cellina meduna per salvare 4 cervi caduti all’interno dell alveo fluviale.

L’intervento ha avuto una particolare complessità per la presenza di un sifone a ridosso della zona dove si erano fermati i cervi, e l acqua molto fredda che porta celermente un corpo in ipotermia.

Indossati i dispositivi per il contrasto a rischio acquatico (particolari tute stagne che proteggono da caduta improvvisa in acqua fredda) i vigili del fuoco hanno utilizzato un particolare palo da soccorso telescopico per raggiungere i cervi e portarli a riva.

Tutti e 4 i cervi sono stati recuperati sani e salvi in pochissimo tempo e liberati nelle campagne senza conseguenze.

Sul posto anche un gruppo di cacciatori di Rauscedo e san Giorgio che hanno dato l’allarme e aiutato i soccorritori, e la vigilanza venatoria.

Incendio fabbrica a Prata

Incendio fabbrica a Prata

Incendio in atto al mobilificio Santarossa Prata di Pordenone con intervento molte squadre VF. Seguiranno notizie.

SQUADRE INTERVENUTE:

APS ABP AS FUNZ CAPO Servizio AF NBCR PN, APS ABP SV,

APS ABP SP,

APS ABP MOTTA LIV, APS AS CONEGLIANO, kilolitrica UD,

APS Codroipo,

kilolitrica APS TV,

APS Portogruaro,

ABP Mestre

Tank Base Usaf.

Tot 19 automezzi con altrettante squadre

Salvataggio cane sul Noncello

Salvataggio cane sul Noncello

Salvataggio animale fiume Noncello

Questa mattina verso le 7.00 i vigili del fuoco di Pordenone sono stati allertati x un cane in difficoltà caduto in acqua nel fiume Noncello all’ altezza del Seminario.

La prima partenza giunta sul posto ha richiesto il supporto del gommone da rafting e di personale speleo alpino fluviale.

Nel frattempo i vigili del fuoco indossati i dispositivi di protezione individuali per il contrasto al rischio acquatico si sono creati un varco nella vegetazione per poter arrivare al fiume, infatti in quel tratto le sponde sono di difficile accesso x dislivello e vegetazione.

Varato il gommone tre soccorritori acquatici hanno preso il cane che si trovava al centro del fiume bloccato sui rami dalla corrente, e issato a bordo del gommone e successivamente portato a riva e dato alla proprietaria che lo attendeva sulla strada.

Il levriero di nome Luna era spaventato ed in stato di ipotermia, pertanto è stato scoperto con un telo termico.

L’intervento è durato circa un ora.