Tag: barcis

Recupero salma nel lago di Barcis

Recupero salma nel lago di Barcis

26-06-18 ore 10,30 recupero salma, lago di Barcis.

Questa mattina un passante ha notato un corpo parzialmente sommerso a pochi metri dalla riva settentrionale del lago, in una zona compresa fra l’abitato di Barcis e il ponte Antoi. Il recupero è stato efettuato da una squadra dei Vigili del Fuoco di Maniago con l’ausilio di un’imbarcazione giunta dal Comando di Pordenone.

La persona deceduta è stata successivamente identificata nell’uomo di 72 anni residente a Caneva, scomparso da quasi due settimane.

L’avvistamento è stato reso possibile grazie all’abbassamento del livello del lago di circa 2 metri. Si concludono in questo modo le operazioni di ricerca dell’uomo attivate più di una settimana e che hanno visto coinvolte numerose unità dei vigili del fuoco, tra cui anche specialisti provenienti da altri Comandi, e del volontariato.

Ricerca persona a Barcis

Ricerca persona a Barcis

19-06-18. Riprese alle prime luci dell’alba le ricerche iniziate ieri poco dopo le 18, presso lago di Barcis, di un 72enne di Caneva.

Dell’uomo non si avevano più tracce da mercoledì scorso, ma solo nella giornata di ieri è stata ritrovata la sua auto in una piazzola nei pressi della diga del lago di Barcis.

Le ricerche, sotto il coordinamento tecnico dei Vigili del Fuoco di Pordenone, vedono coinvolte le unità TAS (Topografia Applicata al Soccorso), SAF (squadre di soccorso Speleo Alpino Fluviali), il nucleo Sommozzatori VVF di Trieste, volontari di Protezione Civile e volontari del Soccorso Alpino. Per gli aspetti legati alle indagini stanno operando i Carabinieri di Montereale Valcellina.

Le immagini mostrano le attività svolte dalle squadre di soccorso acquatico VF del comando di Pordenone. Dopo aver accordato un piano di lavoro nel rispetto della sicurezza con i tecnici della diga, gli operatori VF hanno dovuto introdursi all’Interno del sifone sfioratore a ridosso della diga di Barcis perché durante la notte era scattato un allarme che poteva identificare il passaggio di qualcosa che non fosse acqua. Per questo si sono calati per decine di metri dalla diga di Barcis, lato forra del Cellina, fino all’alveo fluviale, ed attraversato a nuoto il fiume per poi introdursi all’interno del tunnel di scarico che porta al sifone. Il tempo a disposizione in sicurezza per fare tutto l’operazione è stato attentamente concordato e pianificato per evitare qualsiasi problema derivante da scarichi improvvisi d’acqua.

Fuga di gas a Barcis

Fuga di gas a Barcis

07-06-18, Ore 11.30, località Barcis.

Intervento per un furgone che ha divelto una colonnina del GPL della linea di distribuzione cittadina. Data la pericolosità di quel gas, che essendo più pesante dell’aria tende a sedimentarsi nelle zone basse delle abitazioni come cantine o garages o ad infiltrarsi nei pozzetti delle fognature, si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Maniago, i quali con l’utilizzo dei cuscini pneumatici di sollevamento hanno chiuso la valvola di intercettazione che si trovava proprio sotto al furgone incidentato.

Nessun ferito.

Sul posto l’autogru dei VVF di Belluno e la polizia stradale.